Judith Albert - Karin Bühler - Evelina Cajacob - frölicher|bietenhader -
Gabriela Gerber e Lukas Bardill - Eric Lanz - Zilla Leutenegger - Sissa Micheli - Christoph Rütimann - Simone Zaugg

 

 

Home
Progetto
Contatto
Come raggiungerci
Palazzo Castelmur
Programma quadro
Link
Sponsor
Impressum
Stampa
Pubblicazione
 
inizio pagina

Sissa Micheli ‹Fragments From A Possible Past – 46° 20' 33.23'' N / 9° 34' 57.2'' E›, 2013

“Cara amica siamo molto lontane una dell'altra ma pazienza la separazione non avrà a sciogliere il legame della nostra amicizia.“
(lettera di Anna Pasini da Orléans all'amica di Bondo, 10 agosto 1874)


Partendo da materiale storico proveniente dall'archivio del palazzo, Sissa Micheli si è occupata in modo approfondito del ruolo della donna. La video e fotoartista mette fittiziamente in scena diverse lettere di donne del XIX secolo trovate nell'archivio. Unendo due scatti indipendenti, ottiene una sorprendente trasformazione del materiale storico di partenza.
Mentre una voce fuoricampo legge ad alta voce diversi passaggi delle lettere, in una proiezione compare un'inquadratura dell'artista che in abiti storici si staglia davanti a un romantico panorama bregagliotto con un'auto moderna. Nella scena l'artista imita la posa di Caspar David Friedrich nel suo celebre autoritratto «Viandante sul mare di nebbia» del 1818. L'inquadratura attinge agli anni precedenti alla fotografia e trasforma un dipinto statico, ovvero una delle opere più importanti del romanticismo tedesco, in un tableau vivant. L'artista si fonde con la natura. E se le sue vesti storiche, un vestito nero e un mantello da uomo verde pino, provengono dal palazzo, la BMW nera invece provoca una frattura temporale. Lo sguardo perso in lontananza può darsi che sia un'espressione della sua nostalgia al pensiero dei bregagliotti che si trovano all'estero. In un altra proiezione delle cuffie da donna e per il battesimo, provenienti dalle giacenze del Palazzo Castelmur, planano come paracaduti da un cielo contornato da ghirlande di foglie, effetto provocato dal ­trompe-l'oeil che si trova nella sala della torre. Davanti allo sfondo di una natura imitata, le cuffie fanno venire in mente collegamenti con nascite e con il ciclo della vita. In ‹Fragments From A Possible Past – 46° 20› 33.23›› N / 9° 34› 57.2›› E› l'artista affronta i destini delle donne bregagliotte creando un mondo intermedio. Unisce accessori del XIX secolo provenienti dal Palazzo Castelmur con simboli dei giorni nostri, e lei stessa si addentra in questo spazio intermedio. Un mondo intermedio prodotto dal video, un mezzo che si presta come quasi nessun altro a penetrare nella storia. Così Sissa Micheli, che nelle sue opere agisce spesso da protagonista, dà forma tramite uno specifico linguaggio visivo a nuove immagini di femminilità, integrandovi contenuti della nostra eredità culturale.
Céline Gaillard

 

 

 


‹Fragments From A Possible Past – 46° 20' 33.23'' N / 9° 34' 57.2'' E›, 2013 · video HD 16:9, colore, suono, 5' 12''

Foto © Ralph Feiner · © 2013 Video Arte Palazzo Castelmur

 

 

Nei suoi lavori di foto e video Sissa Micheli (*1975) insegue una trama narrativa. Le fotografie sono così per lo più presentate in serie e come i suoi video rimandano a sceneggiature disegnate (storyboards). Micheli s'interessa alla ricostruzione del passato, quello storico, nonché quello della sua famiglia. Nelle sue opere agisce come protagonista. La rinuncia a mascherate e l'uso della luce naturale sono espressioni della sua predilezione per autenticità e naturalezza. Nella trasposizione visiva, alla persona nello spazio Micheli mostra un legame che la conduce in un mondo di sentimenti poetico.

www.sissamicheli.net